top of page

Abbronzarsi velocemente ed in modo sano

Aggiornamento: 16 set 2022

Oggi sono qui per parlarvi della tanto amata abbronzatura, pelle bronzea, liscia e perfetta! Io per prima amo la mia pelle abbronzata, chi mi conosce lo sa molto bene, ciò non significa che io sia una pazza scatenata che se ne frega dei possibili rischi dell'esposizione solare prolungata. Ho delle piccole regole da seguire per poter ottimizzare e velocizzare il processo diminuendo, allo stesso tempo, i rischi che ne conseguono.


Abbronzarsi bene e tanto senza rovinare la pelle


Preparazione


Prendere sole nel modo giusto richiede una certa preparazione. Personalmente comincio la mia preparazione mesi prima. Ecco cosa faccio e vi consiglio di fare: Idratate la pelle con costanza

È alla base della cura della pelle, in questo caso specifico una buona idratazione prolunga l'abbronzatura, il risultato è più omogeneo.

L'idratazione dovrebbe essere costante, si consiglia di idratare la pelle tutto l'anno e non solamente durante l'estate, i motivi sono molti, un esempio? Ridurre la comparsa di rughe (leggi questa articolo se vuoi sapere come combattere le rughe senza ricorrere alla chirurgia estetica).

Mangiate bene e cibi che ottimizzino la produzione di melanina

Non mi dilungherò molto sulla parte "mangiate bene ed in modo sano", risaputo che è fondamentale per il benessere fisico in generale. Focalizziamoci sui cibi che ottimizzano la nostra tintarella.

Quali sono?

- Carote: molto importanti per proteggere la pelle dai danni del sole ed ottenere un colore omogeneo grazie agli alti livelli di beta carotene contenuti in esse. - Radicchio: come le carote contengono alti livelli di beta carotene. - Mirtilli: ricchi di antiossidanti, particolarmente adatti per proteggere la pelle da eventuali danni solari. - Frutta secca: aiuta a combattere l'invecchiamento della pelle grazie agli omega 3 e 6. - Sedano e prezzemolo: grandi alleati per la propria pelle, aiutano a reintegrare i sali minerali che perdiamo soprattutto durante l'esposizione solare - Melone: ricco di beta carotene agevola la produzione di melanina. - Albicocche: ricche di sali minerali aiutano l'idratazione e stimolano la produzione di melanina.

Questi cibi andrebbero integrati nella propria alimentazione in modo costante, possibilmente tutto l'anno o almeno qualche mese prima dell'inizio dell'estate.


Esposizione solare in sicurezza

Allo scopo di ottimizzare e velocizzare la nostra tintarella in sicurezza dobbiamo seguire alcune semplici regole comportamentali:

1. Utilizzare la protezione solare 30 SPF

Utilizzare sempre la protezione o oli abbronzanti che contengono una protezione. La protezione 30 è abbastanza forte da schermare i raggi UVA e UVB, ma comunque non è una protezione troppo forte che blocca l'abbronzatura.

2. Non stare al sole più del tempo necessario

Ognuno di noi ha un limite giornaliero di produzione di melanina, solitamente questo limite si aggira attorno alle 2-3 ore, superato questo limite è inutile prendere ulteriore sole... Fa solamente male!

3. Cambia spesso posizione

Cambiare posizione aiuta ad ottenere un colorito omogeneo e riduce la possibilità di scottarsi una parte del corpo.

4. Scegli bene gli orari di esposizione

Dalle 12 alle 15 il sole raggiunge la sua potenza massima, sebbene il nostro scopo è quello di abbronzarci velocemente tenete a mente che durante queste ore i raggi sono talmente potenti che aumentano il rischio di sviluppare i tumori della pelle... Ne vale la pena? Secondo me NO! Meglio esporsi la mattina o dopo le 3 di pomeriggio, ci si abbronza ugualmente ma in modo più sicuro.

5. Fare delle pause all'ombra

Fare delle pause aiuta a non bruciarsi e non stressare in modo eccessivo la pelle.


Conclusioni

L'esposizione solare presenta dei rischi importanti eppure per me è essenziale, prendo energia e tintarella dal sole. Se non fossi stata rigida nel seguire le regole di esposizione solare oggi mi ritroverei, nel migliore dei casi, ad avere una pelle cadente e dimostrare più anni di quanti ne ho (cosa che mi spaventa a morte), quindi sì, continuerò a prendere sole in sicurezza!

Se avete una pelle sensibile e tendente all'acne da sole la questione si fa più delicata, vi consiglio di leggere questo articolo: Come prevenire e curare l'acne da sole.

Con affetto, Anastasia

RispondiInoltra

Post recenti

Mostra tutti

Comentários


bottom of page